Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Arci Bergamo | January 20, 2022

Scroll to top

Top

No Comments

RIVOLUZIONE E MURALISMO – BANDO HOME

Ma cos’è la rivoluzione?

È aperto il bando della quarta edizione del band HOME: Rivoluzione e muralismo

Speranza di un mondo migliore, più libero e giusto, come nella visione di Antonio Gramsci.

HOME – House of Memory & Engagement é un progetto integrato di didattica del Polo del ‘900 ideato insieme all’Istituto Piemontese A.Gramsci per promuovere attraverso un concorso il pensiero di Antonio Gramsci come stimolo per la creatività di giovani artisti e studenti. La Quarta Edizione del concorso è realizzata in partenariato con l’Arci di Torino e l’Associazione dei Sardi in Torino “Antonio Gramsci”. Si propone di stimolare gli studenti di tutto il territorio nazionale a redigere un progetto per la realizzazione di un murale, un video o una breve sceneggiatura per un podcast.

Il tema porta in sé il carattere ribelle della “Rivoluzione”, intesa come concetto fondato sulla speranza di un mondo migliore, più libero e giusto, di cui lo stesso Gramsci fu ispiratore. Tra il 1920 e il 1930 si giocano in diversi campi le stesse partite, unite sotto il medesimo comune denominatore: una politica rivoluzionaria e una nuova visione storica. In Italia, nel 1917 Antonio Gramsci parla della rivoluzione come “costruzione positiva di un ordine nuovo sulla base di nuovi principi e idee morali”. In quello stesso anno in Russia, la rivoluzione avrebbe portato alla distruzione dell’autoritarismo zarista, perseguendo un ideale di massa che risvegliasse le coscienze del popolo. Nel 1921 David Alfaro Siqueiro dichiara: “Senza la rivoluzione non ci sarebbe stata la pittura messicana”, proclamando l’arte quale medium indipendente per parlare alla popolazione, individuando nell’arte muralista la forza di trasformare la società attraverso le immagini pubbliche. Nel 1931 Sergei Eisenstein lavora al film, rimasto incompiuto, Que viva Mexico! un grandioso documentario sull’epopea del popolo messicano e le icone artistiche che lo rappresentano.

Dall’Italia al Messico, da Gramsci alla trinità muralista e al cinema d’autore, in quel decennio il concetto di rivoluzione cambiò la percezione degli uomini che volevano riscrivere la storia. Partendo da queste interconnessioni, il bando della Quarta Edizione richiede agli studenti e ai loro docenti di partecipare a un percorso di approfondimento e riflessione sul concetto di rivoluzione per poi elaborare un progetto creativo che esprima il significato che assume questo concetto nell’immaginario degli studenti di oggi.

Per quali rivendicazioni gli studenti sarebbero disposti a fare la rivoluzione oggi? A questa domanda risponderanno le opere che i partecipanti realizzeranno.

Chi può partecipare?

Possono partecipare gli studenti delle Scuole Secondarie di primo (ex medie) e secondo (ex superiori) grado, gli studenti dei CPIA, gli studenti delle Accademie di Belle Arti e gli studenti dei Corsi di Laurea in DAMS.

Come ci si iscrive?

Per iscriversi occorre inviare entro il 15 gennaio 2022 un’email a didattica@gramscitorino.it con i dati indicati nell’articolo 5 del bando.

Trova info e regolamento visitando la pagina https://www.arcitorino.it/notizie/1634/rivoluzione-e-muralismo-bando-home.html

Submit a Comment